Tag

, , , ,


di Federica Galetto e Simonetta Sambiase

cropped-testataexosphereLa malia della scrittura di una favola consente di raccogliere in se i racconti più antichi del mondo e quelli dei mondi futuri ancora da raggiungere nella stessa forma stilistica. Una favola ha o non ha il mistero dell’a-temporaneità? Siamo in luoghi di grande possibilità evocativa di una storia, dal tradizionale resoconto morale o moraleggiante, alla libera invenzione di nuovi mondi, seducenti, paurosi, irriverenti, ed in tutti si diffondono vite impossibili da trovare nei ritmi quotidiani del reale. Ed è questa una delle seduzioni della favola, quel sedurre, a se condurre, a cui ci si arrende piacevolmente, perché nel racconto favolistico ogni percezione sensoriale si perdono le coordinate del reale e se ne è ben contenti; è necessario “riambientarsi”, rinascere ai nuovi ed implacabili segnali di attenzione contenuti nel linguaggio, per poter sopravvivere in quel bosco o in quel mare o con quei nuovi personaggi che improvvisamente invitano ed accompagnano in un viaggio. Il confronto è pericolosamente instabile, ci si accosta al mito, a quel racconto al limite della soglia fra il visibile e l’invisibile. Oltre la favola, il racconto breve, il microracconto, perfetto e chiuso nello spazio di una pagina è un’altra possibilità seduttiva dall’ affabulatore al lettore, che vive fra i respiri dei narratori classici (Gogol, come non citarlo) e la velocità del fulmicotone (Pontiggia, Ammaniti, etc); Il racconto breve è una sfida continua al personaggio e alla sua storia in prima o in terza persona, è la nutazione in inchiostro che sposta il baricentro della prosa attuale, incentrata sulla pagina lunga e descrittiva. Sulle basi di queste linee prefigurative ma sicuramente non esaustive, vorrebbero nascere due nuove Collane dedicate alle fiabe e ai racconti brevi da parte della Exosphere Plaquettes, la collana editoriale della Libro Aperto Edizioni, diretta da Federica Galetto e Simonetta Sambiase. La scelta editoriale e grafica di Exosphere Plaquettes, vede i suoi libri composti in maniera quasi artigianale, con carte ed illustrazioni di pregio, andando controcorrente alla moderna interpretazione dell’oggetto libro, del libro come merce insomma. Si aprono quindi delle selezioni rivolte agli scrittori di fiabe e di racconti brevi. Gli scritti dovrebbero avere per le fiabe una lunghezza massima di 30 cartelle editoriali (30 righe\60 battute), e raccolte di Microracconti di genere e non, che non superino le 30 cartelle (30 microracconti); ogni microracconto dovrà avere la lunghezza massima di una cartella. Sarà possibile inviare le proposte fino alla mezzanotte del 31 dicembre, all’indirizzo mail info@exosphere.it. Altre informazioni sono sul sito di Exosphere Plaquettes

Advertisements