Tag


d’attraversare il mondo
un ponte dopo l’altro e ci si trova
a sorpassare giorni
ore baruffe          ci si accorge che
non sono i continenti a scivolare
sulle colonie di lamellibranchi

se guardassimo bene
vedremmo mute
contorcersi snudandosi dall’alto
ninfe incoscienti d’essere crisalidi
immemori del volo prigioniere
dei propri cedimenti al corpo
al tatto

duro il risveglio sulle terre emerse
piastrelle ottogonali dei pianciti
negli interstizi di cemento grigio
nessuno sa che s’aprono gli spazi
di zone occulte
in cui ritrarsi e non tornare più