Tag

, , ,


.

yoru no che ni
sasamekitsukishi
hoshi no ima wo
gekai no hito no
bin no hotsureyo


.

A star who whispered
under the curtain of night –
now fallen to the
world below, a mortal
with disheveled hair. 1

.

Nel 1901 Yosano Akiko (1878 – 1942) pubblica Midaregami: “L’attuale accezione del termine è «Capelli scomposti, spettinati, arruffati» […] Noi abbiamo tradotto con «Cernecchi» sapendo che, almeno fino agli anni Venti, l’immagine di una donna con questa acconciatura era un richiamo erotico. La poetessa volle suggerire fin dal titolo ciò che le stava a cuore: l’emancipazione delle donne e la libertà sessuale. In alcune stampe dell’epoca anche le geisha venivano rappresentate così” 2  

L’illustrazione a colori della copertina 3 , opera del giovane artista d’avanguardia Fujishima Takeji, come bene osserva Ramona Ponzini 4 , “ben si adattava al contenuto  del libretto: un appassionato inno all’amore, alla poesia e alla gioventù nella forma di trecentonovantanove tanka (breve poesia composta da versi di 5-7-5-7-7 sillabe).” “ Su sfondo bianco, il profilo di una donna incorniciato da un cuore, che racchiude, oltre al volto di lei, i lunghi e scomposti capelli rossi, tra le cui ciocche è conficcata una freccia; la punta di tale freccia riappare dall’altra parte della figura per disegnare a guisa di pennello dei fiori di ciliegio. Tra i fiori, sotto il cuore, appare la scritta midaregami in rosso, come se avesse preso forma dal sangue scaturito dal cuore trafitto. Una nota interna spiega che la freccia rappresenta l’amore e che i fiori che nascono dalla sua punta simbolizzano la poesia.” 5

Altrettanto simbolica è la poesia “Yoru no che ni”  (qui riportata con la traduzione in inglese di cui alla nota 1), che apre Midaregami narrando  la caduta di una stella inquieta (“una stella che sussurrava / sotto la tenda di notte”) e  il suo conseguente divenire mortale e sensuale al mondo;  una metamorfosi che non ha nulla di punitivo, anzi, descrive il divenire caldo (arruffato, aggrovigliato, scomposto) di ciò che prima era lontano, sidereo, freddo, ancorché perfetto.


.

Dei neri capelli
migliaia di fili
disciolti, cernecchi –
e pure disciolti
pensieri d’amore.


.

Capelli scarmigliati
stamane – Li potrò lisciare
con la pioggia primaverile
che gocciola dal nero cupo
delle ali delle rondini?


.

«Ma perché mai
così timido adesso?»
ho gridato, afferrandomi
alla sua mano
con gli occhi chiusi.


.

Sebbene così fragile
e così breve l’amore,
ha sangue troppo giovane
questa ragazza, per bruciare
poesie di primavera.


.

Se qui adesso
ripenso al percorso
della mia passione –
somigliavo ad un cieco
senza paura del buio.


.

[tratte da “Il muschio e la rugiada – Antologia di poesia giapponese” a cura di Mario Riccò e Paolo Lagazzi, Bur quinta edizione Classici giugno 2010]


.


Rimandando alle note per eventuali approfondimenti, segnalo con piacere ed entusiasmo il lavoro sulla poesia giapponese di Ramona Ponzini, che qui espressamente ringrazio.  Ramona, oltre ad essere l’autrice  del saggio “VIAGGIO NELLA TERRA DI PRIMAVERA: MIDAREGAMI DI YOSANO AKIKO” (di cui alla nota 4), ha dato vita con Maurizio e Roberto Opalio (aka My Cat Is An Alien), al progetto Painting Petals On Planet Ghost sull’uso della poesia giapponese antica come fonte privilegiata di testi atti ad essere musicati.  Fallen Camellias,  il secondo album di questo progetto, è proprio un tributo a Midaregami

Invito perciò all’ascolto seguendo il link proposto, dato che la voce raffinatissima di Ramona Ponzini esalta le sonorità del testo,  e che  (trascrivo dal sito): “The songs of ‘Fallen Camellias’ are built on acoustic guitar melodies composed by Maurizio Opalio, and are made of the same pure, melancholic essentiality of the legendary Nick Drake” (Nick Drake!)


.

la versione elettronica di Midaregami all’indirizzo: http://etext.virginia.edu/japanese/midaregami/index.html


.

approfondimenti all’indirizzo http://simplyhaiku.com/SHv3n3/features/dollase_awakfemsxlty.html


.



.


.


——————- note

2 “Il muschio e la rugiada – Antologia di poesia giapponese” a cura di Mario Riccò e Paolo Lagazzi, Bur quinta edizione Classici giugno 2010 -Nota a pag 167

4 Ramona Ponzini VIAGGIO NELLA TERRA DI PRIMAVERA: MIDAREGAMI DI YOSANO AKIKO  www.orientaliaparthenopea.org/Ponzini.pdf

5 idem

.

.

.

Advertisements