Tag

, , , ,


 Un privilegio, scrivere

uno dei pochi

che si possa pretendere:

economico, veloce

-a chi si nega?-

[anche il reo

in carcere

l’ottiene

senza sforzo]

un’àncora nelle sempre

diverse burrasche giornaliere.

Una penna, un quaderno

degli scarabocchi strani

e ci si sente più sereni

in pace con se stessi.

Acrobatico è infatti

tenere saldo

il timone d’equilibrio

saggezza e politically correct

con figli, colleghi

compagni di vita o d’avventura

e trovare bonaccia

tra crucci quotidiani

metafisica spicciola

percezione d’inadeguatezza

insofferenza dei giovani

e sofferenza dei vecchi.

Ma prendere un foglio

tracciare qualche segno

magari al sole

–en plein air-

come gli impressionisti

può conciliare (con)

la vita

e far solcare quel mare

da branchi di delfini.

MGC 28.6.2011