Viadellebelledonne

Blog letterario collettivo

L’ODIO di Wislawa Szymborska


Leggendo, sempre scopro o ritrovo delle perle poetiche come L’odio di Wislawa Szymborska, tratto dalla raccolta Vista con granello di sabbia ( Adelphi 2007),  testo senza tempo che ben si addice  anche al momento storico che stiamo vivendo.

L’ODIO

Guardate com’è sempre efficiente,
come si mantiene in forma
nel nostro secolo l’odio.
Con quanta facilità supera supera gli ostacoli.
Come gli è facile avventarsi, agguantare.

Non è come gli altri sentimenti.
Insieme più vecchio e più giovane di loro.
Da solo genera le cause
che lo fanno nascere.
Se si addormenta, il suo non è mai un sonno eterno.
L’insonnia non lo indebolisce ma lo rafforza.

Religione o non religione –
purché ci si inginocchi per il via
Patria o no-
purché si scatti alla partenza.
Anche la giustizia va bene all’inizio.
Poi corre tutto solo.
L’odio. L’odio.
Una smorfia di estasi amorosa
gli deforma il viso.

Oh, quegli altri sentimenti –
malaticci e fiacchi!
Da quando la fratellanza
può contare sulle folle?
La compassione è mai
arrivata per prima al traguardo?
Il dubbio quanti volenterosi trascina?
Lui solo trascina, che sa il fatto suo.

Capace, sveglio, molto laborioso.
Occorre dire quante canzoni ha composto?
Quante pagine ha scritto nei libri di storia?
Quanti tappeti umani ha disteso
su quante piazze, stadi?

Diciamoci la verità:
sa creare bellezza
Splendidi i suoi bagliori nella notte nera
Magnifiche le nubi degli scoppi nell’alba rosata.
Innegabile è il pathos delle rovine
e l’umorismo grasso
della colonna che vigorosa le sovrasta.

È un maestro del contrasto
tra fracasso e silenzio
tra sangue rosso e neve bianca.
E soprattutto non lo annoia mai
il motivo del lindo carnefice
sopra la vittima insozzata.

In ogni istante è pronto a nuovi compiti.
Se deve aspettare aspetterà.
Lo dicono cieco. Cieco?
Ha la vista acuta del cecchino
e guarda risoluto al futuro.
– lui solo.

9 commenti su “L’ODIO di Wislawa Szymborska

  1. Blumy
    ottobre 9, 2009

    è una poetessa che non amo, mi dispiace, Sandra. non è nelle mie corde.

  2. m.gisella catuogno
    ottobre 9, 2009

    Mi hanno regalato il libro che citi, Sandra, quest’estate…l’ho apprezzato molto. Grazie della proposta
    Gisella

  3. liliana
    ottobre 9, 2009

    Io invece amo molto questa poeta e questa poesia, come molte altre, è stupenda e sì, senza tempo, dalla nascita dell’uomo ai tempi nostri. Purtroppo.

    ciao
    liliana

  4. sandro
    ottobre 9, 2009

    il resto della produzione non la conosco e quindi ringrazio della segnalazione. questa poesia è agile e bella.

  5. alessandra
    ottobre 10, 2009

    Amo molto la Szymborska e questa sua la trovo di un’attualità spiazzante, senza tempo come dice Liliana. Tutta la raccolta è molto bella.
    Grazie Sandra.

  6. carmine vitale
    ottobre 10, 2009

    è la più grande poetessa di tutti i tempi (del resto la poesia polacca del novecento conta tra gli altri)su Czeslaw Milosz,Tadeusz Różewicz,Zbigniew Herbert,Julia Hartwig
    qui non si tratta di corde o saltelli
    qui è poesia al culmine
    qui c’è incanto e disperazione
    qui c’è la poesia più importante del secolo
    c.

    ps
    vista con granello di sabbia
    è uscito per la prima volta nel dicembre del 1998

  7. sandrapalombo
    ottobre 10, 2009

    Sui gusti non si discute, io trovo questa lirica, forte chiara e senza tempo.
    Riguardo al testo, cito sempre l’edizione dalla quale la riporto anche se esistono edizioni precedenti. Da un editore all’altro può cambiare una virgola o l’impostazione dei versi anche se non la lirica , chiaramente:-)
    Sandra

  8. Blumy
    ottobre 11, 2009

    non si tratta di corde, eh? e com’è che, secondo altri canoni e dunque, secondo altre ‘corde’ le poetesse più grandi sono altre? e poi: se è considerata una grande poetessa non per questo mi devo allineare. non sono mai stata e non sarò mai una che apprezza la poesia perchè riconosciuta dagli altri o apprezzata da molti.

  9. sandrapalombo
    ottobre 11, 2009

    Blumy… nemmeno io mi allineo mai, mi viene l’orticaria solo al pensiero.
    Non esiste l’Eccellenza. Scuole, formazioni e sensibilità diverse portano a condividere o meno gli autori. E parlo da lettrice e non da critica che non sono.
    Ho presentato questo testo perché mi ha colpito in modo particolare. Tutto qua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il ottobre 9, 2009 da in Poesia, Wislawa Szymborska con tag , , .

Scarica il n. 3 della rivista VDBD

Categorie

ottobre: 2009
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Autori

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: