Tag

, , , , , , ,


napoleoni-piatto

 

La morsa
Distratti da Al Qaeda, derubati da Wall Street.
Come ne usciamo?

Loretta Napoleoni

Chiarelettere, 2009
pp.186, euro 13,60

 

 

Siamo stretti un una morsa. La crisi mondiale ci sta schiacciando da una parte e la paura del terrorismo ci annichilisce dall’altra. Come difenderci?
In questo libro di Loretta Napoleoni, il primo che ha scritto direttamente in italiano e che uscirà in America e negli altri stati solo in settembre, esploriamo insieme all’autrice i legami fra terrorismo ed economia. In che modo possiamo leggere [interpretare] le notizie dei giornali? Spesso ci siamo chiesti cosa e quanto ci venga raccontato, ma soprattutto cosa ci venga taciuto.
Loretta Napoleoni ci fornisce una nuova e approfondita chiave di lettura della crisi mondiale che ci avvolge, e lo fa in quel suo modo semplice e diretto che già conosciamo dalla lettura degli altri suoi libri.
Tutto è iniziato con l’11 settembre 2001. La risposta americana all’attentato è la causa della recessione economica attuale. La politica dei bassi tassi d’interesse ha finanziato la war on terror di Bush, e questo ci ha in un certo senso ‘tranquillizzati’, rendendoci inconsapevoli dei veri movimenti alla base di queste manovre: “A nessuno, infatti, piace finanziare di tasca propria la macchina militare, anche se l’obiettivo è distruggere un terrorista come Osama Bin Laden o sbarazzarsi del dittatore Saddam Hussein. A chi si domanda perché questi interventi in Iraq e in Afghanistan, che sembrano interminabili, non abbiano suscitato un movimento d’opposizione simile a quello che pose fine alla guerra del Vietnam, si può rispondere che finché la spesa militare non tocca direttamente il nostro portafoglio o intacca la nostra libertà, costringendoci ad andare al fronte, i conflitti armati restano virtuali, vissuti esclusivamente attraverso il filtro dei media”.
Abbiamo vissuto per anni al di sopra delle nostre possibilità, in una corsa al rialzo dei consumi che nascondeva ai nostri occhi ciò che avremmo dovuto vedere: “E poi gli anni Novanta e gran parte degli anni 2000 sono caratterizzati dall’abbondanza perché spesi all’insegna del credito facile e a buon mercato; consumi, investimenti, tutto cresce e nessuno ha voglia di criticare uno Stato che ha favorito tanta cuccagna”.
Sono anni che viviamo in questa morsa e, come abitanti del quadro di Bosch L’estrazione della pietra della follia, vediamo solo ciò che ci vogliono far vedere, puntando l’attenzione sulla pietra che viene estratta dalla testa e non pensando che non basta estirparla, perché è ormai tutto inquinato dalle manovre della finanza che ha distrutto la nostra economia e i nostri risparmi: “La paura del terrorista è uno strumento molto efficace per distrarre l’attenzione del cittadino occidentale dal caos economico degli ultimi vent’anni e dalla crisi che sta facendo sprofondare il capitalismo in una nuova Grande depressione. Tristemente, il legame tra eversione ed economia non è circoscritto a questa manipolazione: la guerra contro il terrorismo dei neoconservatori americani ha infatti contribuito alla crisi del credito. Come? Per rispondere rivisitiamone le fasi più salienti”. Ed è questo che ha fatto Loretta Napoleoni scrivendo, con una prosa schietta ed efficace, il percorso che dall’attentato alle Torri Gemelle del 2001 ci ha condotti dove siamo oggi, alla crisi che sta distruggendo l’economia mondiale.
Come possiamo uscire da tutto ciò lo scrive l’autrice: “Ma questa rivoluzione per riuscire deve avvenire prima di tutto nella nostra mente. La lezione di vita del grande fiasco dell’economia globalizzata, sotto l’ombrello della politica della paura, è che la società civile non può lasciarsi ingannare da chi la rappresenta; quando ciò avviene è nostro dovere ribellarci. Mentre i politici ci terrorizzavano, la finanza ci rubava i risparmi, questa è la cruda verità. E se vogliamo che ciò non avvenga più, dobbiamo avere il coraggio di dire basta e voltare le spalle ai grandi prestigiatori del nostro tempo, la classe politica, che fino a oggi ci ha così male rappresentato”.

Morena Fanti

Loretta Napoleoni è romana ma vive a Londra. È tra i massimi esperti di terrorismo ed economia internazionale. Collabora con la Cnn, la Bbc e scrive per Le Monde, El Pais, The Guardian, Internazionale, il Caffé e l’Unità. Per Affaritaliani.it cura la rubrica Retrobottega.
Tra i suoi libri: Terrorismo Spa (il Saggiatore), Al Zarqawi (Tropea), Economia canaglia (il Saggiatore), I numeri del terrore (con Ronald J.Bee, il Saggiatore).

Annunci