Tag

, , , , , , , , ,


…”Guarda:
il luogo dell’ecatombe
è davanti a noi:
e sopravvivere alla verità
sarà terribile”..

Aveva dato nelle sue prime ismanie,
nel curare le piaghe,
- morbilità scave,
piante mutanti-
durante quel divampare di morbo…
Le dissordinavano tutto,
gli ingorghi di ghiandole,
con l’inferma immaginazione
tutta piena di una secreta idea,
lei inquieta della sua inquietudine,
sotto la sferza del malcreato
-a mangiarla viva -.
Con l’ortografia fantastica
era andata continuando,
a squartare lo zero,
-chè l’abbruciava-
e discopriva poi il dissepolto solo:
certe tisiche rose
arrampicate all’inferriata,
quei malefizia che serravano il corpo
come scaglie di testuggine,
e infine i dodici fascicoli bianchi
grandi come lastre di pietra
( e non era già più maraviglia,
ma principio morboso,
l’innominabile cosa).

About these ads